Il culto delle acque in Sardegna. Miti, riti, simboli.

Il culto delle acque fu forse l’aspetto più caratterizzante della religione protosarda. Taramelli parla di un culto delle acque così intenso e diffuso nell’isola, da potersi ritenere patrimonio fondamentale della stirpe sarda.
“Se l’acqua celeste si caratterizza spesso come elemento maschile, seme virile, le fonti, le sorgenti, i pozzi, le polle d’acqua termale che scaturiscono dalla terra sono espressione della Grande Dea, della Madre Terra”.
Ignazio Buttita

13,50

Descrizione

Autore: Fabrizio Manca Nicoletti

Genere: Saggistica

Casa Editrice: Iskra

Anno di edizione: 2015

Pagine: 117 p., ill.

Rilegatura: Brossura

Dimensioni: 17×24 cm

Lingua: Italiano

ISBN: 9788895468457